I NOSTRI MOTORI

INSTALLAZIONE SU CALDAIE

Ogni accoppiamento andrà analizzato e verificato ma, in base alla nostra esperienza, il motore può essere installato praticamente su qualunque tipo di caldaia a condizione che la dimensione della camera di combustione sia tale da poter alloggiare gli scambiatori di calore del lato caldo e che le temperature a cui vengono soggetti gli scambiatori siano adeguate. Le caldaie possono essere sia a combustibile liquido, gassoso o solido (biomasse e carbone).

Caldaie a combustibile liquido gassoso

Ogni accoppiamento andrà analizzato e verificato ma, in base alla nostra esperienza, il motore può essere installato praticamente su qualunque tipo di caldaia a condizione che la dimensione della camera di combustione sia tale da poter alloggiare gli scambiatori di calore del lato caldo e che le temperature a cui vengono soggetti gli scambiatori siano adeguate. Le caldaie possono essere sia a combustibile liquido, gassoso o solido (biomasse e carbone).

Caldaie a biomassa

Possono essere quelle più tradizionali a legna o a pellet e cippato. Le caldaie a legna possono essere a fiamma inversa.

Caldaie a pellet e a cippato

Sono più facili da gestire: l’afflusso del combustibile può essere regolato in modo da garantire una fiamma e un calore abbastanza costante. Di solito hanno un fornello alla base della camera di combustione ed è quindi normalmente possibile posizionare gli scambiatori sopra la fiamma, le ceneri cadono di lato e quindi non sporcano gli scambiatori stessi. Di solito la camera di combustione è abbastanza ampia e si trova agevolmente il modo di posizionare gli scambiatori nel flusso di aria calda prima che questa raggiunga la zona destinata al riscaldamento dell’acqua. E’ infatti sempre preferibile che il primo scambio di calore avvenga con il motore e successivamente con le superfici destinate al riscaldamento dell’acqua. Le caldaie a pellet possono essere equipaggiate anche con un bruciatore esterno. In questo caso la fiamma è orizzontale è il motore si posiziona in modo che gli scambiatori risultino frontali rispetto alla cocca del bruciatore. A questo modo entrambi vengono investiti contemporaneamente ed in modo uniforme dalla fiamma.

Genoa Stirling

Caldaie a legna

Il posizionamento nelle caldaie a legna è analogo anche se la diversa configurazione della camera di combustione può richiedere una maggiore attenzione nella fase iniziale di analisi.

Caldaie a fiamma inversa

Diverso è il problema delle caldaie a fiamma inversa. In queste caldaie il combustibile è posto in alto, per effetto di pirolisi viene prodotto un gas che viene aspirato in basso e si incendia nella camera di combustione sottostante. Il problema è che , assieme alla fiamma, scendono le ceneri ed è pertanto sconsigliabile posizionare gli scambiatori sotto la fessura da cui scende il gas incendiato.

Nota importante:

In generale per tutte le caldaie vale il principio di posizionare gli scambiatori all’interno del flusso di aria calda, in una posizione dove il calore sia il più elevato possibile (entro comunque i limiti sopportati dal materiale) e dove entrambi gli scambiatori possano essere scaldati in modo il più possibile uniforme. E’ importante anche che non solo una parte, ma l’insieme degli scambiatori raggiunga una buona temperatura.

E’ importante altresì evitare (anche mediante l’uso di griglie o altro) che gli scambiatori possano essere investiti da quantità eccessive o consistenti di ceneri fuse che depositandosi sui tubi alla lunga ne riducono la capacità di scambio.

caldaia con bruciatore esterno
caldaia a fiamma inversa
caldaia con fornello  interno

Linea Standard

ML3000

Il motore ML3000 possiede tutte le caratteristiche di affidabilità e potenza utili ad un impiego in ambito civile.

SCOPRI DI PIÙ

Linea Prototipi

PROTOTIPI

Sono motori già con le caratteristiche di affidabilità e potenza utili ad un impiego.

SCOPRI DI PIÙ